Aumento verticale

Per il successo della terapia implantare è necessaria un’altezza sufficiente della cresta alveolare. Gli approcci tradizionali per l’aumento dell’altezza crestale includono innesti di osso autologo a blocco, innesti ossei interposizionali e membrane rigide.

 

Incremento con innesti ossei a blocco

I blocchi di osso autologo sono il materiale d’elezione per compensare un’altezza insufficiente della cresta alveolare. Si deve tenere presente che il riassorbimento esteso può anche causare complicanze funzionali ed estetiche.
Applicando il sostituto osseo Geistlich Bio-Oss® a lento riassorbimento attorno all’innesto osseo autologo, e coprendo l’area di incremento con una membrana barriera in collagene Geistlich Bio-Gide®, si riduce notevolmente il riassorbimento dell’innesto. Il volume dell’area incrementata rimane stabile1.

 

Incremento con membrane rigide

Attualmente, in assenza di un innesto osseo a blocco, per aumenti verticali estesi della cresta è necessaria una membrana rigida. Spesso vengono utilizzate membrane sintetiche rinforzate in titanio, ma presentano il rischio di esposizione prematura e infezione batterica2,3. L’uso aggiuntivo di Geistlich Bio-Gide® favorisce la guarigione dei tessuti molli e riduce al minimo le deiscenze della ferita4.
Lo spazio sottostante alla membrana rinforzata in titanio può essere riempito con osso autologo particolato e granuli Geistlich Bio-Oss®. Questo mix consente un ottimo equilibrio tra formazione ossea, indotta dall’osso autologo, e mantenimento del volume, grazie alla bassa velocità di riassorbimento di Geistlich Bio-Oss®5.


Bibliografia:

  1. Chiapasco M, et al.: Clin Oral Implants Res. 2013; 23(9): 1012-1021.
  2. Zitzmann N, et al.: Int J Oral Maxillofac Implants 1997; 12(6): 844-852.
  3. Schneider D, et al.: Clin Oral Implants Res. 2013; Feb 25. [Epub ahead of print].
  4. Tal H, et al.: Clin Oral Implants Res 2008; 19(3): 295-302.
  5. Simion M, et al.: Clin Oral Implants Res. 2007; 18(5): 620-629.