Rialzo del pavimento del seno mascellare

Dopo la perdita di un molare o premolare, l’altezza ossea nel settore posteriore della mascella è spesso insufficiente per l’inserimento di impianti. Il rialzo del pavimento del seno consente di aumentare l’altezza ossea, con un approccio transcrestale o attraverso una finestra laterale.

L’incremento può essere eseguito prima dell’inserimento dell’impianto (procedura in due fasi) o contestualmente a questo (chirurgia singola). Prima di pianificare la tecnica e il momento di inserimento dell’impianto è necessario analizzare l’osso residuo nel settore posteriore della mascella e l’anatomia del seno. La tabella seguente mostra una sintesi semplificata delle attuali linee guida1-5.

Altezza ossea residua > 6-12 mm

  • tecnica transcrestale o a finestra laterale
  • inserimento dell’impianto contestuale o in più fasi

Altezza ossea residua < 6 mm

  • tecnica a finestra laterale
  • procedura in due fasi

Il rialzo del pavimento del seno con materiali da innesto consente di aumentare l’altezza ossea nel settore posteriore della mascella prima dell’inserimento dell’impianto o contestualmente ad esso.

L’elevata affidabilità dei biomateriali Geistlich per queste indicazioni è stata dimostrata in oltre 200 studi sull’incremento osseo del seno mascellare6. L’evidenza indica che, nel rialzo del pavimento del seno, i materiali eterologhi producono risultati migliori a lungo termine rispetto all’osso autologo particolato7.
L’applicazione di una membrana come Geistlich Bio-Gide® aumenta significativamente il tasso di sopravvivenza degli impianti8. Geistlich Bio-Gide® può essere utilizzata anche per proteggere la mucosa in caso di perforazione della membrana di Schneider durante l’intervento e il periodo di guarigione.

Oltre 200 studi sull’incremento osseo del seno mascellare documentano i risultati positivi predicibili ottenuti con i prodotti Geistlich6.


Bibliografia:

  1. Summers RB Compendium. 1994; 15(2):152, 154-6, 158 passim; quiz 162.
  2. Zitzmann NU: Int J Oral Maxillofac Implants 1997; 12(6): 844-852.
  3. Misch CE: Int J Oral Implantol. 1990; 7(1): 9-17.
  4. Chiapasco M: Clin Oral Implants Res. 2008; 19(4): 416-428.
  5. Chen S, et al.: ITI Treatment Guide 2011; Vol 5,  Quintessenz Publishing.
  6. Pubmed September 2013. Search term “Bio-Oss” AND “Sinus”.
  7. Aghaloo TL, Moy PK: Int J Oral Maxillofac Implants 2007; 22: 49-70.
  8. Pjetursson BE, et al.: J Clin Periodontol. 2008; 35(Suppl 8): 216-240.