Utilizziamo i cookie per permettervi il miglior utilizzo possibile del nostro sito web e per ottimizzare la comunicazione con voi. Teniamo conto della vostra selezione e utilizziamo esclusivamente i dati per i quali avete espresso il vostro consenso.

Questi cookie contribuiscono a rendere fruibile il nostro sito web abilitando funzioni fondamentali come la navigazione tra le pagine e l'accesso alle aree protette. Senza questi cookie il nostro sito web non può funzionare correttamente.

Questi cookie ci consentono di capire in che modo i visitatori interagiscono con il nostro sito web, raccogliendo informazioni in forma anonima. Attraverso queste informazioni possiamo migliorare continuamente la nostra offerta.

Questi cookie vengono utilizzati per seguire i visitatori sui siti web. La finalità è quella di visualizzare annunci rilevanti e interessanti per il singolo utente e quindi di maggiore utilità per gli editori e gli inserzionisti di terze parti.

AMIC® - Condrogenesi autologa indotta da matrice

Principi fondamentali

La condrogenesi autologa indotta da matrice, AMIC®, è un’innovativa tecnica biologica sviluppata da Geistlich Surgery per il trattamento delle lesioni condrali e osteocondrali traumatiche. Questa eccezionale procedura a singolo passo unisce il metodo della microfratturazione, affermato trattamento di prima linea, all’applicazione di Chondro-Gide®, una matrice di collagene suino a doppio strato.

Il principio funzionale della microfratturazione è basato sul rilascio, da parte dell'osso subcondrale, di cellule staminali mesenchimali multipotenti, citochine e fattori di crescita. Il grande coagulo formatosi in seguito all'emorragia viene ricoperto, e quindi stabilizzato, dalla matrice Chondro-Gide® e dalla colla di fibrina.

Chondro-Gide® costituisce una struttura di supporto idonea a favorire la differenziazione condrogenica delle cellule staminali mesenchimali e, in combinazione con la colla di fibrina, stimola i condrociti ad aumentare il deposito di proteoglicani.

AMIC® consente di ridurre il dolore e ristabilire la funzionalità dell'articolazione allo scopo di riacquistare la piena mobilità e riprendere lo stile di vita e il livello di attività precedente. Rallenta la degenerazione della cartilagine per evitare o ritardare l'intervento di sostituzione totale o parziale dell'articolazione (protesi di ginocchio).

Dr. Sanja Saftic
International Product Manager