Rigenerazione osso

I chirurghi utilizzano spesso un materiale per innesto osseo per riempire difetti ossei che possono formarsi secondariamente a traumi o atrofia ossea per svariate cause. Questi innesti ossei supportano e favoriscono il processo di autorigenerazione dell'osso.

Cos'è un sostituto per innesto osseo?

Un sostituto per innesto osseo può essere qualsiasi materiale impiegato per sostituire o riparare l'osso mancante a causa di traumi, malattie o interventi chirurgici.

Perché ho bisogno di un sostituto per innesto osseo?

Se Lei presenta un difetto osseo e il Suo medico ritiene che sia necessario ripararlo o riempirlo, è possibile che egli decida di procedere in tal senso utilizzando un sostituto per innesto osseo.

Esistono diversi tipi di materiali per innesto osseo?

I chirurghi hanno a disposizione un'ampia gamma di materiali per innesto osseo, fra cui:

  • Osso autologo - osso prelevato da un altro sito del corpo del paziente
  • Osso allogenico o alloinnesto - osso trapiantato da un soggetto ad un altro della stessa specie con un diverso genotipo, di norma un donatore cadavere
  • Osso di origine xenogena - osso prelevato da altre specie, normalmente di origine animale. Questo materiale viene pulito, lavorato e sterilizzato secondo le più severe regolamentazioni per garantirne la sicurezza.
  • Materiale sintetico - materiale prodotto artificialmente, normalmente a partire da ceramica o polimeri.
Sanja_Saftic_140x140_01.jpg
Dr. Sanja Saftic
International Product Manager